Oggi si è conclusa la fase di ricezione delle domande per i buoni spesa. Una misura che sta permettendo ad una larga fascia della popolazione di Palagiano di Beneficiare di un aiuto minimo ma indispensabile in questo momento di crisi per quei nuclei familiari che hanno avvertito più di altri gli effetti della crisi prodotta dal COVID-19. I nostri servizi sociali: una task force a lavoro senza sosta per riuscire a gestire un settore nevralgico in questi giorni di emergenza.

Il settore - tutto al femminile - guidato dalla responsabile Michela Fonseca e con Grazia Genovese, Francesca Amatulli, Danila De Florio, Francesca Sebastio, Roberta D’Alonzo, insieme all’assessore ai servizi sociali Angela Liverano ha dato ancora una volta prova di grande efficienza professionale.

Sono state processate oltre 500 domande giunte da altrettanti nuclei familiari palagianesi. Ogni richiesta è stata preventivamente verificata con la fase dell’analisi sociale: un controllo incrociato dei dati dichiarati, con la verifica affidata ai vari settori del Comune di Palagiano: redditi, nuclei familiari, residenze. Una graduatoria basata sull’incrocio dei parametri dichiarati e consegnata alla Guardia di Finanza anche per evitare il rischio assembramenti nella fase di consegna dei buoni spesa.

Buoni che vengono consegnati dagli operatori volontari delle Protezioni Civili coordinate per questa misura da Emiliano Acquaro. Un meccanismo rodato ed efficiente che ha permesso di raggiungere oltre 2000 cittadini di Palagiano.

Alla misura del Buono spesa si affianca l’azione della spesa sospesa. Una operazione basata sulla solidarietà di chi può donare alimenti o prodotti da destinare a quelle famiglie che, non potendo rientrare nel beneficio del buono spesa, riceve a casa settimanalmente prodotti alimentari di vario genere. Questa azione è gestita - sempre previa verifica - dalle protezioni civili e dalla Croce Rossa di Palagiano. In questo momento di emergenza sociale e sanitaria si rilevano dati confortanti sia dal punto di vista dei contagi, sia dal punto di vista della solidarietà sociale. Grazie ai palagianesi generosi si continua a dare risposte importanti e strutturali ad una fetta di cittadinanza che oggi ha bisogno di sostegno e le sta ricevendo da una comunità intera.