Anche quest’anno i docenti di scuola dell’Infanzia e di scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo “Gianni Rodari” hanno voluto inaugurare il nuovo anno scolastico con una festa di benvenuto in collaborazione con l’associazione “Smile Circus” rivolta a tutte le bambine e a tutti i bambini che si apprestano a vivere una nuova avventura.

La scuola non è soltanto un luogo in cui si studia per acquisire conoscenze, abilità e competenze per la vita, ma anche per i bambini una “seconda casa” in cui trascorrono molte ore della loro vita insieme ad altri bambini e ai docenti che lasceranno un segno nel loro percorso.

“Non capiremo mai abbastanza quanto bene è capace di fare …un sorriso” (Madre Teresa di Calcutta)

Lo slogan dell’iniziativa, infatti, quest’anno è stato “Se siamo in tanti, si fa allegria” dello scrittore  Gianni Rodari a cui è intitolata la nostra scuola e che esprime lo spirito di accoglienza di tutto il personale scolastico.

L’attività di insegnamento non si realizza, infatti, soltanto nelle aule davanti ai libri, ma anche attraverso il gioco e il piacere di stare insieme.

Si concorda con il famoso motto latino “ludendo docere”, cioè l’insegnamento è più efficace se si inserisce l’aspetto ludico che alimenta la motivazione individuale e accende i cervelli: così si riesce a moltiplicare l’efficienza dell’informazione, dell’insegnamento e della comunicazione.

Dopo giorni di preparazione e attesa è giunto finalmente il 20 settembre.

La festa dell’accoglienza è stata posticipata per consentire ai nuovi “arrivati” di approcciarsi al nuovo ambiente in maniera graduale e serena.

 Al suono della campanella i bambini, accompagnati dai genitori e dalle loro insegnanti, suddivisi in gruppi hanno raggiunto le postazioni in cui si svolgevano gli spettacoli: “Baby dance”, “Giocoleria”, “Magia” e “Bolle di sapone”.

Gli artisti hanno incantato gli spettatori con le loro performances, strappando applausi e sorrisi.

All’interno e all’esterno dell’edificio scolastico musica, voci e colori si sono alternati, donando allegria e suscitando il desiderio di “stare a scuola”.

Il Dirigente Scolastico, Vito Cuscito, che ha salutato i presenti, ha ringraziato i docenti per lo sforzo organizzativo e l’impegno profuso per regalare un inizio speciale ai bambini e farli sentire a proprio agio nella scuola con le loro famiglie con le quali è indispensabile costruire un’alleanza educativa che valorizzi  la formazione ed il benessere dei nostri alunni.

A tutti il Dirigente Scolastico ha augurato un buon cammino ricco di stimoli e sollecitazioni, ricordando che il ruolo dell’insegnante implica una grande responsabilità educativa e formativa.

Agli alunni infine ha augurato un buon anno scolastico da vivere con entusiasmo e gioia e senza timore di non farcela.

 

Lo "STAR BENE A SCUOLA" è un obiettivo importante da realizzare e tutti gli sforzi che vanno in questa direzione possono portare sicuramente dei benefici per tutti coloro che ci vivono.

Per far ciò è necessario investire direttamente sulle relazioni positive, potenziando le abilità comunicative.

Si sentiva viva l’emozione dei tanti genitori presenti a scuola, che osservando i loro figli pensavano ad un nuovo passaggio da affrontare, ad un nuovo ed importante cambiamento, ad un nuovo anno scolastico.

Speranza, fiducia, tenerezza da parte dei genitori si sono intrecciate a gioia e curiosità dei bambini pronti per iniziare un nuovo viaggio formativo.

 

“Il futuro non è un luogo verso cui stiamo andando, ma un luogo che stiamo creando. I sentieri non vanno trovati ma costruiti. E l’attività di costruirli cambia sia i costruttori, sia le destinazioni”. (John Schaar)

 

 

Rocchina Gentile – Pompea Gravina