Castellaneta - «Ho letto con vero piacere il comunicato a firma dei Sindaci intervenuti a Taranto presso gli uffici del Direttore Generale dell’ASL Taranto dottor Rossi. Leggere che entro fine settimana riaprirà il reparto nascita ci dà una grossa emozione, leggere che entro fine settembre riaprirà la pediatria ci fa tirare un sospiro di sollievo, specie, ora che arriva l’autunno con le patologie dovute al freddo e altro.

Questo a conferma di quanto abbiamo sempre detto: “La nostra manifestazione è PER e non CONTRO. Poichè c’è un vecchio adagio che recita “la gatta ustionata ha paura dell’acqua calda“, noi confermiamo la manifestazione di venerdì 6 settembre 2019 perché tante sono state le promesse avute e poi, nel silenzio assordante, sono andate disattese. Aggiungo, inoltre, che la nostra manifestazione si batte anche per ottenere tutto ciò che è contemplato nel Riordino Ospedaliero Pugliese e cioè l’Ospedale di 1° livello con l’ottenimento di tutte le attrezzature-il personale-reparti che in esso sono contemplati. Ricordo agli Amministratori che tutti insieme dobbiamo remare nella stessa direzione, per ottenere ciò che è previsto. Rinnovo l’invito a manifestare con noi. Non cerchiamo gloria, ma solo una presa Di coscienza da parte di tutta la popolazione interessata affinché si faccia partecipe della difesa di un bene primario è necessario come l’Ospedale San Pio di 1° livello, che darà più fiducia e sicurezza a questo versante della Provincia per essere assistiti con le dovute cure. Dico ai Sindaci di non avere timore di questa manifestazione ricordando che quanto più grande essa sarà, più forte sarà la spinta che avrete da noi per raggiungere l’obiettivo, insieme. Le Associazioni che aderiscono alla manifestazione chiedono, infine, di poter essere ricevuti dal dottor Rossi, per esporre le osservazioni e collaborare per la risoluzione dei problemi».

Il semplice cittadino Antonio Mezzapesa (organizzatore della manifestazione pacifica per l’Ospedale San Pio di Castellaneta.