Tre sono siciliane e due pugliesi. Sono state selezionate le marce finaliste del Concorso Nazionale per marce inedite della Passione “Città di Mottola”, organizzato dalla Confraternita del Santissimo Sacramento e Rosario, con il patrocinio del Comune di Mottola. Verranno orchestrate nella serata finale, durante il tradizionale Concerto della Passione, in programma per giovedì 11 aprile, nella chiesa di S.M. Assunta, con inizio alle 19,30.
L’evento sarà presentato domani, venerdì 5 aprile in Provincia, ore 10, alla presenza del Comitato organizzatore del Concorso, del sindaco Giampiero Barulli, del presidente della Provincia Giovanni Gugliotti, del direttore artistico Giuseppe Salatino e del M° Giuseppe Gregucci dell’Orchestra di Fiati “Santa Cecilia Città di Taranto”, che nella serata del concerto eseguirà le cinque marce finaliste.
Non semplice il compito della commissione tecnica giudicatrice, riunitasi nei giorni scorsi, formata dal M° Salatino, dal M° Gregucci e dal M° Donato Semeraro. Circa undici ore di lavoro per ascoltare e valutare le ventuno marce arrivate, di cui 12 siciliane, sei pugliesi, due calabresi e una campana e, tra queste, selezionare le cinque finaliste. Altissimo il livello; i partecipanti sono tutti Maestri d’orchestra di elevata professionalità e spessore culturale.
Giunto alla sua 16^ edizione, il Concorso nasce con l’obiettivo di divulgare la tradizione delle composizioni per banda, la tradizione bandistica del sud Italia nonché la cultura musicale mottolese, grazie alla grande sensibilità nutrita dal Comitato organizzatore verso la produzione compositiva. A comporlo: il sindaco Giampiero Barulli (presidente onorario), don Sario Chiarelli, parroco di S.M. Assunta (presidente), don Domenico Pinto (vicepresidente onorario), Giovanni D’Auria (vicepresidente), Federico Francavilla (segretaria organizzativa), M° Giuseppe Salatino (direttore artistico) e Nicola Ciarella (tesoriere).
Si tratta di un Concorso unico nel suo genere in Italia e nel mondo. E’ aperto a compositori di qualsiasi nazionalità senza limiti di età purchè residenti in Italia. Ogni compositore può partecipare con una sola opera, purchè sia composta per banda nella forma di marcia funebre e sia inedita, mai eseguita in concerti pubblici, né divulgata con altri mezzi. Melodie straordinarie, che, a Mottola, diventano un tutt’uno con i Riti della Settimana Santa. L’iniziativa vanta anche l’Alto Patrocinio dello Stato, poiché per la sua 10^ edizione il Concorso è stato insignito della medaglia conferita dall’allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

A eseguire le marce finaliste nel Concerto della Passione sarà l’Orchestra di Fiati “Santa Cecilia – Città di Taranto”, diretta dal M° Gregucci. Al primo classificato, oltre al trofeo “Città di Mottola”, verrà consegnato un assegno di 1.000 euro; al secondo, una targa più 600 euro; al terzo, targa più assegno di 400 euro.