Anche a Palagiano si è costituito il Comitato per il No nel Referendum Confermativo sul taglio della Rappresentanza Parlamentare del 20 e 21 settembre 2020. Il 20 e 21 settembre i cittadini italiani saranno chiamati alle urne per il Referendum Costituzionale sul taglio dei loro Rappresentanti in Parlamento. Una legge che, se confermata, andrebbe a alterare profondamente i rapporti fra società e politica, rendendo quest’ ultima una “ casta” ancor più separata dal paese reale.

Anche a Palagiano si è deciso di impegnarsi per dire NO a questa proposta e si è costituito il Comitato Cittadino per il NO nel Referendum Confermativo sul taglio della Rappresentanza Parlamentare , con la partecipazione di semplici cittadini e rappresentanti di organizzazioni politiche e sociali.

Obiettivo del Comitato è quello di informare e sensibilizzare i cittadini sui rischi gravissimi che correrebbe  la nostra democrazia nel caso fosse confermata questa controriforma costituzionale. La pesante riduzione del numero dei Parlamentari (meno 345 corrispondente a meno 36% delle Camere) rappresenta un vero e proprio taglio del Parlamento e del ruolo centrale che ad esso assegna la Costituzione Repubblicana nata dalla Resistenza. Da anni la Costituzione subisce attacchi da maggioranze diverse, di centrodestra come di centrosinistra, alcuni dei quali sventati dai cittadini proprio con i Referendum costituzionali. Ora si tratta di sventare questo ennesimo attacco voluto principalmente dalla propaganda demagogica e populista del Movimento 5 stelle, con la bugia secondo cui ci sarebbero grandi risparmi. La verità è che, a fronte di un risibile risparmio di poco più di 50 milioni l’anno  (meno di 1 euro a cittadino!), si opera un pesante taglio alla rappresentanza dei territori ed al rapporto che ci deve essere trai territori e i loro Rappresentanti. Ben più si potrebbe risparmiare con il taglio delle indennità dei parlamentari. Così come non è vero che in Italia il numero dei Parlamentari in rapporto al numero dei cittadini è il più alto in Europa.   Mistificazioni e bugie dietro cui si nasconde una sola verità: se venisse  confermata questa controriforma si indebolirebbe la Democrazia Costituzionale e il diritto dei cittadini a scegliere i propri rappresentanti e  si rafforzerebbe il potere dei grandi partiti nel designare i parlamentari! E si colpirebbe il diritto delle minoranze ad essere rappresentate nella massima assise della Repubblica.

Il Comitato ha la propria sede presso l’associazione “PalagianoInComune” in via De Gasperi n. 9 ed è aperto a tutti coloro che vorranno dare il proprio contributo  per la difesa della Costituzione, della rappresentanza e della partecipazione democratica, per dire NO al taglio della democrazia!

Per adesioni cell. 333 744 5083

                                                                                                                             il Comitato Cittadino

   NO al taglio della Democrazia