La nomina è arrivata domenica 14 marzo, dopo il congresso della condotta svoltosi a Palagiano. L'incontro, coordinato dal fiduciario uscente Graziana Ascoli e dal segretario regionale di Slow Food Puglia, Salvatore Pulimeno, è stato occasione di confronto, individuazione e approvazione degli obiettivi e dei progetti per la condotta e il movimento Slow Food per i prossimi quattro anni.

Il congresso ha nominato il comitato di condotta composto da Michela Maniglia (segretaria), Valentina Albanesi, Graziana Ascoli, Anna Maria Di Gregorio, Donatella Lincesso e Lino Menzulli, e ha individuato il delegato ai congressi regionale e nazionale (Maniglia). La riunione si è aperta con un ringraziamento al Comitato di Condotta uscente per l’ottimo lavoro svolto nei tre anni scorsi, l’ultimo dei quali non si è potuta avviare alcuna attività per via dell’emergenza epidemiologica in atto.

Michele Amatulli, nel ringraziare i soci che all’unanimità lo hanno scelto quale fiduciario-legale rappresentante, dichiara che, nel più autentico spirito dell’associazione, si guarderà al futuro del territorio ad occidente di Taranto (questa la competenza della condotta), alla valorizzazione e rivalutazione delle eccellenze, alla scoperta e salvaguardia della biodiversità e delle unicità con un occhio particolare alla sostenibilità, al turismo con la collaborazione al progetto strategico Slow Food Travel, ai Presìdi, all’Arca del Gusto e alla solidarietà.

Slow Food è un'associazione non-profit che conta soci e attivisti in 150 paesi del mondo. Fondata da Carlin Petrini nel 1986, si pone l’obbiettivo di promuovere nel mondo il cibo buono, pulito e giusto. Buono da mangiare, per le sue qualità organolettiche, ma anche per i valori identitari e affettivi che si porta dietro. Pulito perché prodotto in modo ecosostenibile e rispettoso dell’ambiente. Giusto perché conforme all’equità sociale durante la produzione e la commercializzazione.